Segui il blog tramite email

venerdì 12 ottobre 2012

Il peruviano

A volte si incontrano dei personaggi che sembrano usciti dalla penna di uno scrittore, anche se purtroppo non si tratta sempre di personaggi positivi.
Ma prima di parlare di lui, facciamo un breve riepilogo della mia situazione in casa: sono ospite di Mr M e il figlio F. in una casa a due piani. Noi tre siamo al piano superiore, in cui ci sono tre camere da letto, una salotto e una cucina. Al piano inferiore Mr M ha creato due mini appartamenti con entrate private. In uno dei due vive una insegnante proveniente dal Texas, quasi un fantasma perche' esce la mattina per il lavoro e torna la sera verso le 8pm e quando e' a casa ha sempre le tende chiuse. E' una persona molto educata e riservata e Mr M la vede soltanto una volta al mese quando lei gli da' l'assegno per l'affitto.  Nell'altro appartamento (che e' quello in cui ho vissuto per alcuni anni nella mia prima esperienza americana) vive un ragazzo di origine peruviana. Non ho capito se e' nato in Peru' o in Usa, comunque ha vissuto qui sin da bambino e parla un inglese quasi perfetto anche se ha un accento sudamericano. Lo chiameremo il peruviano.
Quando sono arrivato qui a meta' settembre, io, F e il peruviano siamo usciti un paio di volte per una birra in un pub vicino casa. Mi sembrava un tipo simpatico, come vi raccontavo solo un mese fa, una brava persona ma a volte le prime impressioni possono rivelarsi sbagliate.
Dovete sapere che F ha alcuni problemi di apprendimento (e' learning disabled) e pur essendo quasi autosufficiente in tutto e sapendo fare molte cose, non lavora e sostanzialmente non ha amici e trascorre tutte le sue giornate aiutando il padre con le faccende di casa o andando in giro per negozi, solitamente di alimentari. Quindi spesso si annoia e sente l'esigenza di uscire ma con chi? In  quelle rare occasioni in cui qualcuno lo invita ad uscire e' contento come un bambimo ma attorno a lui girano spesso strani avvoltoi.
Mr M ha scoperto che in passato il peruviano e' uscito con frequenza con F, e dal conto in banca hanno prelevato tramite le ATM un totale di $900. Cosa hanno fatto con quei soldi? Mr M non lo sa anche perche' il figlio F ha comunque oltre 40 anni, una sua pensione di invalidita', e il padre non vuole trattarlo come un bambino e lascia correre su alcune cose per alcuni periodi pur cercando di controllarlo "da lontano".
Un giorno F mi ha detto che gli piace uscire con me anche perche' con me non spende mai un dollaro (ovviamente per ricambiare la loro gentilezza, andiamo spesso in giro, non gli faccio mai pagare niente e offro sempre io) e ha aggiunto che invece quando esce con il peruviano spende sempre un sacco di soldi. Gli ho chiesto in che modo spendono i soldi e mi ha detto andando a fare qualche massaggio (per entrambi), o andando a mangiare in qualche ristorante sudamericano, o in pub e locali notturni. E ovviamente paga sempre F. Non contento pare che il furbone tenda anche a non usare la sua macchina e infatti quandi propone a F di andare in giro gli dice spesso che ha dei problemi alla sua macchina e gli chiede di uscire con la sua. E cosi' non solo usa F come bancomat personale, ma risparmia anche sulla benzina!
Sto cercando di mettere in guardia F. facendogli notare che se quando escono il peruviano non paga mai, non e' un vero amico ma un approfittatore. F che e' un po ingenuo e non conosce bene il valore dei soldi dice che il suo amico peruviano ha dei problemi economici perche' e' divorziato e deve mantenere il figlio. Ma ho detto a F che anche se fosse vero, non deve diventare il bancomat personale di un falso amico. E poi non credo che se la passi male visto che lavora in banca, si e' comprato una casa (che ha affitato) e sta per comprane un'altra. Forse F sta iniziando a capire e anche il padre dopo aver fatto una partaccia al peruviano ha iniziato a controllare meglio le spese del figlio che nella sua bonta' e ingenuita' si e' fatto imbonire di chiacchiere non poche volte.
E ieri un'episodio che mi ha confermato il modo di agire del furbastro. Sono andato a casa sua perche' F era da lui e il padre mi ha chiesto di andarlo a chiamare. Il peruviano mi ha fatto entrare nel suo appartamento invitamdomi ad accomodarmi sul divano e a stare un po con loro. Sorseggiava un bicchiere di vino bianco e mi aspettavo che ne offrisse uno anche a me ma niente. Continuava a parlare dei suoi investimenti, del fatto che spende tutto il suo tempo a pensare a come fare piu' soldi perche' l'America e' un paese ricco e bisogna solo trovare il modo per fare soldi, e che lui che e' di famiglia povera vuol fare molti soldi per godersi la vita gia' molto prima della pensione e vuole lasciare molti soldi in eredita' a suo figlio e iniziare una sorta di "dinastia" e altre megalomanie varie. Parlando parlando si versava altro vino nel suo bicchiere. Ma di offrirne uno anche a me, neanche a parlarne. Non che ne avessi voglia ma per rispetto, non puoi sorseggiare bicchieri di vino e non offrendone uno ad un ospite. Me ne sono tornato al piano di sopra con il quadro molto piu' chiaro dei metodi di questa personcina.
Inoltre pare anche che abbia il vizio del bere.
Poche sere fa compro' 6 birre e ando' nel suo appartamento. Io, Mr M e F eravamo al piano di sopra. Dopo un'oretta chiamo' F al telefono per chiedergli se avesse qualche birra da potergli dare perche' aveva appena finito le sue ed erano arrivati degli ospiti. Di quali ospiti parlava se giu non c'erano altre macchine oltre alla sua e non si sentiva nessuna voce provenire dal suo appartamento? Disse che erano persone della chiesa che erano molto silenziose e a tratti pregavano. A si? Preghiere intervallate da Corona Extra? Ma dai!
E cosi' Mr M che e' iniziato a diventare stufo dei comportamenti del suo affittuario ha fatto dire a F  che al momento anche loro non avevano birre.
Insomma sto peruviano e' un bel tipastro. Cerchero' di mettere in guardia F e vi terro' aggiornati se ci saranno altri episodi particolari.

3 commenti:

  1. eh hai ragione te, e' un megalomane e approfittatore....ma meglio che non hai preso il vino chissa' che porcheria era! le tue storie sono troppo divertenti! A proposito, fra poco sara' Halloween ti maschererai? sarebbe bello un post con una tua foto in costume!

    xoxo
    mili

    www.viverenewyork.blogspot.com

    RispondiElimina