Segui il blog tramite email

lunedì 1 ottobre 2012

Are you Italian?

Oggi dal barbiere...
Il barbiere Benito, detto Ben: Are you Italian?
Io: Yes, and you?
Ben: Oh yes me too.
Io: Cool, so were you born?
Ben: No, I was born in America. My parents were born in Italy.
Io: Ah ok, how often you go to Italy?
Ben: I have never been to Italy.
Ok Ben, se tu sei italiano io sono la regina Elisabetta.

Il dialogo di oggi dal barbiere me ne ha fatto venire in mente uno molto simile di qualche anno fa in un ristorante italiano.
Cameriera (sentendoci parlare in italiano): Are you guys Italian?
Io: Yes we are. Are you Italian?
Cameriera: Yes, I am! Actually my parents were born in Italy.
Io: Nice. Where?
Cameriera: Uh, I don't know. A small town in Sicily.
Io: So do you speak italian?
Cameriera (arrossendo un po'): Not very well but I took a class some years ago.
Vebbe', ho capito dire: I am Italian e' fa sempre colpo anche se direi che soprattutto nel Paese della meritocrazia bisognerebbe almeno conoscere due, tre parole e il paese di origine dei genitori per potersi fregiare di questo titolo, no?

4 commenti:

  1. ahaha verissimo anche io incontro persone che dicono di essere italiane e poi invece sono solo i loro bisnonni ad esserlo e loro non sono mai stati neanche in Italia. Ma poi, mi chiedo, ma perché farsene un vanto? Noi che scappiamo a volte ci vergognamo di esserlo (parlo per me almeno) e loro invece sono orgogliosi di avere lontane radici italiane....il fascino dell'Italia all'estero è una cosa che mi affascina :)

    RispondiElimina
  2. Dopo anni di meditazioni su questo tema sono arrivato alla conclusione che l'Italia la si ama, la si adora, ne si sente la struggente mancanza, solo quando si è lontani.
    A debita distanza.


    d.

    RispondiElimina
  3. L'Italia andrebbe data a chi la ama, agli immigrati che li' ci vivono...non ai bisnipoti di quelli all'estero (come la mia dottoressa di origine colombiana ma con cittadinanza italiana e che non parla italiano) che non sanno nemmeno cosa vuol dire BELPAESE.
    Sta di fatto che questi tipi di persone sono i miei clienti preferiti per lezioni di italiano, quindi devo tenermeli buoni. Ahahahah

    RispondiElimina
  4. Stessa esperienza, solo che nel mio caso la commessa del negozio che vantava origini italiane ("somewhere in Sicily!") era anche di colore.

    RispondiElimina