Segui il blog tramite email

giovedì 25 ottobre 2012

Da lavapiatti a medico, ecco come lavorare negli Usa

Oggi vorrei segnalarvi un articolo molto interessante sulla difficolta' per un "extra-comunitario" di lavorare negli Stati Uniti.
Proprio pochi giorni fa parlavo con alcuni parenti italo-americani che sostenevano che gli italiani con la laurea non si abbassano ad accettare lavori come cameriere, sia in Italia che negli Usa.
Per quanto riguarda la veridicita' di questa affermazione riguardo al laureato che non fa il cameriere in Italia scrivero' un altro post anche legato alle ultime affermazioni del ministro Fornero: i ragazzi italiani devono essere meno "choosy".
Per quanto riguarda gli Usa credo che l'articolo sia esauriente:
Da lavapiatti a medico, ecco come lavorare negli Usa.

4 commenti:

  1. Veramente molto utile questo sito.
    ciaoo

    RispondiElimina
  2. Ciao, secondo te quali sono le principali differenze fra gli americani e gli europei? intendo stile di vita,modi di fare,caratteristiche in generale....

    RispondiElimina
  3. Ciao Davide, ci sarebbe da scrivere un libro pero' non credo di poter rispondere con precisione perche' in Europa ho vissuto per periodi di qualche mese in Irlanda e in Inghilterra ma la categoria Europei e' difficile da definire. Allo stesso modo non e' facile capire cosa e' un Americano perche' qui c'e' gente di tutte le nazionalita'. Forse negli Usa si vive per lavorare mentre in Europa (soprattutto in Italia) si lavora per vivere. Con cio' non intendo che in Europa non si lavora o si batte la fiacca ma si cerca di creare qualche spazio in piu' da dedicare a se stessi.
    Personalmente in Europa mi sento un po' oppresso o meglio non totalmente libero come mi trovo qui in USA. E' difficile da spiegare ma in Usa respiro un'aria piu' pura, piu' libera...forse psicologicamente ho questa sensazione anche perche' sono un Paese sconfinato. In generale le persone sono piu' gentili e ogni cosa funziona piu' efficentemente. Hanno anche qui i loro difetti ma tutto sommato mi trovo bene. Per l'Italia forse una caratteristica migliore e' il ruolo della famiglia e degli amici: si riesce a vivere piu' a stretto contatto e i rapporti sono piu' duraturi.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina