Segui il blog tramite email

lunedì 7 settembre 2015

Una signora, una porta e un piede

Pochi giorni fa mentre, stavo lavorando in ufficio, entra un tizio in giacca e cravatta e chiede di me.
Poiche' il giorno prima il Dept of Labor aveva certificato la domanda di sponsorizzazione da parte della mia compagnia, ho subito pensato che si trattasse di qualcuno dal Dept of Labour o dall'Immigration  e che magari volesse farmi delle domande per assicurarsi sul tipo di lavoro che svolgo. Mi sono un attimo agitato ma quando ha iniziato a spiegarmi di cosa si trattasse...mi sono agtato ancora di piu'.
- Ti ricordi un episodio in particolare accaduto in questo palazzo circa un mese fa? 
- No che episodio?
- Ci risulta che sei entrato nel palazzo con la tua tessera magnetica alle 2:32 pm.
- Si puo' essere, vado spesso al parcheggio del palazzo per una pausa sigaretta con un mio collega e quindi come tante volte al giorno, potrei essere rientrato dal parcheggio nel palazzo, usando la mia tessera magnetica proprio a quell'ora. Perche'?
- No niente, una signora dice che mentre nello stesso momento in cui lei stava uscendo dal palazzo qualcun altro stava entrando e nell'entrare la porta le ha colpito il piede. E ci risulta che all'ora indicata dalla signora sei entrato tu nel palazzo usando la tua tessera magnetica.
- Mi spiace ma non ricordo assolutamente niente. E anche il mio collega si sarebbe ricordato un episodio del genere se la signora si fosse fatta male e si fosse lamentata con me.
 - No ma infatti la signora ci ha detto che al momento non ha provato alcun dolore e non si e' neanche lamentata e in realta' poi per due settimane e' stata bene. Dopo pero' ha iniziato a provare dolore, e' andata dal medico che le ha messo il gesso e ricordandosi l'episodio della porta ora pare che voglia fare una lamentela contro il palazzo, forse una causa. 
- Mi spiace ma non ricordo niente. E cosa succede adesso?
- Niente, non preoccuparti, succedono spesso episodi del genere qui. Se fara' un reclamo o una causa interverra' l'assicurazione del nostro palazzo.
- Ok, mi spiace ancora ma non ricordo niente. 
- Non ti preoccupare, buona giornata.
Avete capito bene, qui ci provano in tutti i modi a scucire soldi alle assicurazioni con delle lamentele a volte assurde.
La mia domanda e': se la signora non ha provato alcun dolore al piede nel momento in cui come dice lei e' stata colpita dalla porta, cosa ha fatto, ha comunque scritto su un pezzo di carta che alle 2 e 32 una porta le ha strusciato un po' il pede, cosi' non si sa mai...se fa male piu' tardi o dopo qualche settimana ha gia registrato tutto?
Oppure ha architettato la cosa per bene con un dottore compiacente e si e' ricordata (o ha inventato) che alle 2 e 30 circa di quel giorno era uscita dal palazzo? E quindi quel tizio venuto in ufficio (che lavora come risk management del palazzo) magari non ha chiesto solo a me, ma a tutti gli altri impiegati del palazzo che sono entrati da quella porta attorno alle 2 e 30?
Ad ogni modo gia' mi vedo andare alla Corte a dire la mia versione di fronte a un giudice severo.
Se mi mettono al fresco ricordatevi di portarmi le arance! Vi ho voluto bene!

Only in America.


giovedì 3 settembre 2015

Breaking News: green card update

Breaking News!
Pochi giorni fa, quasi inaspettata mi e' arrivata una grande notizia: il Dipartimento del Lavoro ha certificato (approvato) la domanda della mia compagnia per sponsorizzarmi per la carta verde!
Il mio capo mi ha girato l'email del mio immigration lawyer che a sua volta ha ricevuto la comunicazione direttamente da parte del Departmenf of Labour.
Era il passo piu' importante, lo scoglio piu' difficile da superare ed e' andato bene anche in tempi piu' brevi di quelli che avevo previsto. Quando ho ricevuto l'email dal mio capo mi sono quasi commosso! I tanti sacrifici di tutti questi anni iniziano a farsi ripagare allora! Ora non vuol dire che ho ottenuto la green card ma posso dire di averla in tasca al 70%e posso guardare ai prossimi steps in modo piu' sereno.
Quali sono questi prossimi step? Non conosco bene tutti i dettagli ma credo che il prossimo passo sia compilare  un modulo in cui la mia compagnia dovra' provare che e' in "buona salute" e potra' pagarmi il salario minimo per la mia posizione. Deve garantire in poche parole che non verro' sottopagato. Se un americano che viene assunto a New York guadagna in media una determinata cifra all'anno la compagnia deve garantire che non verro' pagato meno altrimenti vorrebbe dire che vuole assumere me solo perche' se assumesse un americano dovrebbe pagare di piu' e cio' andrebbe a svantaggio dei lavoratori americani.
E poi si va avanti con altri passi uno dei quali credo siano dei controlli sulla mia fedina e (forse ma non sono sicuro) se ho sempre pagato regolarmente le tasse dopodiche' mi "mettero' in fila" con gli altri che hanno fatto domanda negli anni precedente per ottenere la tanto agognata green card.
Insomma ora sono piu' sereno e per cio' che sto leggendo i tempi per ottenere le green card si stanno velocizzando. Sto anche leggendo di molti italiani ai quali sono stati negati dei visti di lavoro quindi questa notizia e' in controtendenza con cio' che sta succedendo nel mondo dei visti.
Credo che stiano per cambiare le regole e le leggi per l'immigrazione, e' nell'aria da anni, e quindi staranno cercando di velocizzare il processo per chi lo ha gia' avviato dopodiche' cambiera' tutto. Se e' cosi' mi trovo in un periodo fortunato. Ripeto ancora non ce l'ho in tasca ma la notizia mi ha portato per un giorno al settimo cielo.E i prossimi mesi potranno tingersi di verde.
Stay tuned for more updates.