Segui il blog tramite email

martedì 9 ottobre 2012

E intanto il tempo vola...

E' passato gia' quasi un mese da quando sono arrivato in Usa e me ne restano solo altri due. Ho sostenuto molti colloqui di lavoro ma ora le risposte tardano ad arrivare. La preoccupazione inizia a salire mentre i giorni passano inesorabili verso l'8 dicembre, data in cui devo tornare in Italia. Ho constatato che c'e' crisi anche in America, poche aziende assumono e riuscire a trovare un lavoro in tre mesi sembra davvero una mission impossible.
Devo continuare con la ricerca e non fermarmi. Ce la faro' mai?
Devo ricaricarmi di energia e ottimismo e non arrendermi.
Accettasi consigli, incoraggiamenti, pacche sulle spalle da parte di tutti voi cari lettori.
Ce la faro' vero?

12 commenti:

  1. Ce la farai, te lo auguro e incrocierò le dita per te (delle mani e dei piedi!), mai perdersi d'animo provaci fino all'ultimo e sii sempre ottimista!

    RispondiElimina
  2. Mai disperare! E che diamine, al massimo ritorni dopo Natale e ci riprovi ancora! Mi raccomando, alto il morale!

    RispondiElimina
  3. Intanto manda la domanda per la lotteria!
    Scade a novembre, non ti dimenticare!


    d.

    RispondiElimina
  4. Devi farcela... dai anche perchè ci dobbiamo incontrare a NYC..incrocio le dita.

    RispondiElimina
  5. Io sono sicura che andra' tutto bene!!!! con l'impegno che ci hai messo anche in passato non puoi non essere premiato,intanto continua a raccontarci della tua vita americana e dei tuoi coinquilini che mi sono simpaticissimi pure senza conscerli!!!!

    RispondiElimina
  6. Non disperare! hai l'esperienza e le qualifiche, da quanto ho capito , e ancora manca un po' a dicembre. Comunque andrà almeno non potrai dirti di non averci provato. Ad ogni modo hai preso in considerazione anche altri posti in Europa dove forse avresti più possibilità semplicemente perché non c'è bisogno di visto? A quanto pare lo scoglio maggiore sembra proprio quello.

    RispondiElimina
  7. Mia madre ed io seguiamo con piacere il tuo blog e ti mandiamo le nostre energie positive dalla tua regione d'origine. Sono stata anch'io negli States (un brevissimo periodo comparato al tuo, seppur NY valga per tutti gli stati, anzi è uno stato/mondo a parte! ;-) ) e posso vedermi in ciò che scrivi. Io e la mamma speriamo in un caffè insieme quando saremo lì in visita, 'cause we know you'll make it! All the best of the best,
    Cris

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti!
    Non tutto e' perduto perche' un paio di giorni fa si e' fatto vivo il CEO della compagnia di gioielli comunicandomi che tra una decina di giorni torna un suo assistente e ci sentiamo per organizzare una mia visita ai loro uffici. Ad oggi sembra l'unica mia buona possibilita'. Continuo a inviare resume e sempre fingers super crossed!

    RispondiElimina
  9. Le persone si limitano ad affrontare una grande sfida, perdere e voltare le spalle verso un sogno!! Ma tu stai facendo veramente l'impossibile!!! Invidio la tua immensa forza di volontà!!! Non mollare per nessuna ragione al mondo :D c'è un sacco di gente che ti legge ;)

    RispondiElimina
  10. @ Christine, quale e' la tua regione di origne? Grazie anche a te e a tutti gli altri per il supporto!

    RispondiElimina
  11. @ Luca, sono campana e come te ho una laurea in lingue + specialistica. Se ho ben capito sei di Napoli o dintorni? We're keeping our fingers crossed! Continua così! Ciau :-)

    RispondiElimina
  12. @ Christine, sono della Basilicata anche se sono nato a Napoli e ho studiato li' per vari anni all'universita' quindi conosco bene anche la Campania. Grazie per il supporto paesa'!

    RispondiElimina