Segui il blog tramite email

lunedì 3 settembre 2012

Contratti all'italiana

Sono episodi come questi che mi fanno venire voglia di lasciare l'Italia. Come sapete manca poco alla partenza e quindi pochi giorni fa inizio a informarmi online su una buona assicurazione di viaggio per essere coperto in caso di infortuni durante la permanenza negli Stati Uniti. Trovo una compagnia di assicurazioni che mi sembra buona, scelgo la polizza adatta a me e pago elettronicamente con carta PostePay. Dopo pochi minuti mi arriva per email il fascicolo informativo di decine di pagine fittissime di articoli e qualche ora dopo anche la polizza da controfirmare e inviare alla compagnia assicurativa.
Noto che sul modulo da firmare c'e' scritto: Tacito Rinnovo: SI.
Sostanzialmente allo scadere dei termini la polizza verra' rinnovata automaticamente e la compagnia avra' diritto a prelevare dalla mia carta altri 240 euro. Se non voglio il rinnovo posso inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno entro 30 giorni dalla scadenza della polizza.
Io non ho mai chiesto il tacito rinnovo e inoltre non so se tra qualche mese mi ricordero' di inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno per chiedere il non rinnovo. So gia' da ora cosa che non vorro' il rinnovo e quindi scrivo un'email alla compagnia chiedendo gentilmente di inviarmi un modulo con su scritto tacito rinnovo: NO. Firmero' solo e semplicemente quel modulo e staremo tutti piu' tranquilli.
Mi rispondono che non e' possibile e mi chiedono di firmare il documento in cui c'e' scritto tacito rinnovo SI ma possono considerare la mia richiesta via email come un NO al tacito rinnovo.
La cosa non mi convince, le email non fanno fede, un contratto firmato si. Forse sono troppo diffidente ma siamo in Italia e faccio presente che gia' so che non vorro' rinnovare la polizza e tra parentesi non ho mai chiesto il tacito rinnovo. Perche' devo firmare un modulo in cui c'e' scritto che voglio un tacito rinnovo e poi conservare il nostro scambio di email come prova che ho chiesto di non rinnovare la polizza alla sua scadenza? Inviatemi direttamente il modulo con su scritto tacito rinnovo NO, ve lo firmo, e la chiudiamo qui.
Mi dicono che non e' possibile cambiare il simplo di polizza, cioe' un SI con un NO. A me sembra ridicolo, cosa e' un SI scolpito nella pietra che non si puo' cambiare? Sara' un semplice file in Word.
E poi cercano ancora di insistere facendomi presente con tono poco gentile che comunque c'era un fantomatico articolo 15 che avrei dovuto leggere in cui in cui e' scritto che la polizza ha rinnovo automatico. Ok ma il vostro fascicolo di decine di pagine che tra parentesi mi e' stato inviato non prima di aver pagato ma dopo, magari non ho ancora avuto tempo di leggerlo e poi leggere non vuol dire approvare quindi poiche' non ho ancora firmato niente mi sento piu' tranquillo a firmare una polizza in cui c'e' scritto tacito rinnovo: NO.
Per farla breve dopo varie email e telefonate alla fine l'unico modo per risolvere la cosa e' firmare sia il modulo con il tacito rinnovo SI scolpito nella pietra sia un'appendice su carta intestata che e' parte integrante del contratto e in cui garantiscono che non rinnoveranno la polizza. Ok, mi arrendo, consideriamolo un mezzo successo e tanti saluti.
Ora mi chiedo se sia mai possibile che qualsiasi cosa tu faccia in Italia cercano sempre di fregarti.
Se sei distratto o non hai tempo di leggere una postilla scritta magari con il succo di limone su un documento di centinaia di pagine, ecco che sono riusciti a fregarti e avranno diritto a prelevare altri soldi dal tuo conto. E non avrai possibilita' di rimediare, hai firmato, peggio per te.
Ho notato poi, da quando sono tornato in Italia quasi due anni fa, che le telefonate per sottoporti contratti e abbonamenti sono aumentate esponenzialmente rispetto al 2004 (quando partii la prima volta per gli Usa). Ora ti telefonano a tutte le ore per tentare di farti accettare verbalmente un contratto o un cambiamento del contratto e se dici un si per errore...sei fregato, hai appena sottoscritto un contratto telefonicamente senza avere avuto la possibilita' di leggerlo nel dettaglio e se vorrai disdirlo dovrai penare per giorni inviando email, fax e raccomandate con ricevuta di ritorno.
In tutto questo lo Stato che dovrebbe tutelare i cittadini e' assente o addirittura sembra tutelare queste compagnie e i loro metodi ai limiti della legalita'.
Che dire, sono sempre piu' contento di tornare per qualche mese in America.
E magari di restarci a lungo.

12 commenti:

  1. Ciao L, non so con quale compagnia hai fatto l'assicurazione, però se ci sarà una prossima volta,spero di no,ti consiglio questo link http://www.columbusassicurazioni.it/assicurazione-viaggio-singolo.cfm?Sourcecode=IMI05A&tduid=5aa616bdd58b48db5156666398871d04 prezzo veramente basso, (con uno sconto del 5%), e sei coperto anche sul viaggio... Io l'ho usata la prima volta che sono andato in U.S.A e mi ci sono trovato veramente bene!!!

    RispondiElimina
  2. Quanto ti capisco... Anche se ci ho vissuto per soli 4 mesi, quando circa due mesi fa sono tornato da NY l'impatto è stato terribile proprio per situazioni di questo genere, non riesco a sbrigare niente senza avvelenarmi il fegato...
    Oltretutto veniamo dalla stessa zona e immagino ci capiamo abbastanza bene :D
    Riguardo la scheda, dipende tutto da se hai bisogno di uno smartphone o no.
    Anche se avere uno smartphone ti da davvero una marcia in più su tutto, hai tutto a portata di mano... A presto!

    RispondiElimina
  3. http://dreamerboy29.blogspot.com/2012/09/verso-gli-usa.html Ho messo quello che mi hai chiesto *-* comunque aggiornaci più spesso mi piace un sacco leggerti!

    RispondiElimina
  4. @ Vivereinamerica Grazie per il consiglio!
    @ Antony Di che zona sei in Italia? Anche se queste cose succedono soprattutto al sud la compagnia di assicurazioni in questione e' di Milano.
    @ Luca Ti ringrazio, aggiorna anche tu il tuo blog piu' spesso visto vhe vivi gia' in America e puoi raccontarci molte cose interessanti. :)

    RispondiElimina
  5. Sono della prov. di Salerno ma studio a Napoli... Io odio dover parlare in negativo della zona in cui vivo, ma cose del genere succedono così spesso che quando faccio il paragone con ciò che ho vissuto nella mia breve esperienza newyorkese il risultato è abbastanza triste.
    Ti auguro tutto il meglio che tu possa avere!

    RispondiElimina
  6. ciao ragazzi...beh si Luca e' un po troppo filoamericano forse? Io posso portarvi mie testimonianze, vivo a NY da 10 anni e ho una mia societa' e vi assicuro che queste cose succedono anche qui! Un conto e' venire per 6 mesi,1 anno o 3 ...un conto e' viverci realmente,farsi una casa una famiglia avere un lavoro fisso e pagare le tasse. Ecco alcuni esempi successomi negli ultimi mesi: esempio- decido di accettare credit cards tramite la mia banca, gia' lo facevo con altri mezzi ma in questo modo sono piu coperta. ebbene mi viene il sales manager e mi piazza un fee % di 1.9, anche scritto via email, e poi i vari fee fissi. Ok dico io. Poi mi arriva il contratto dove mi dicono fee for authorized transactions 1.9 e non authorized 3.44%. Allora chiamo il sales manager che mi dice ma no, il 3.44 e' quando non inserisci tutti i dati del cliente. Ok dico io se e' cosi non ho problemi perche io sempre ho tutti i dati dei clienti gli mando tutti i documenti che faccio firmare ai miei clienti e lui mi dice cosi sei sicura al 100%. Ok bene. Alla seconda transazione boom fee del 3.44%! Allora lo richiamo tutta inalberata e mi fa chiamare da un altro customer service, oltretutto alle 730 di sera perche era in California e questo praticamente mi dice che io non ho controllo su che fee viene applicato e' una questione interna di banche bla bla bla...ovviamente la cosa non finisce qui dal canto mio ma vedete...queste cose succedono da tutte le parti. E posso andare avanti, con cose successomi negli ultimi mesi. Tipo quest'altra: ho rinnovato un anno fa la mia satellite radio per 90$ e scaduto un anno, qualche mese fa mi vedo addebitato direttamente sul conto bancario un rinnovo automatico di 357$ mai autorizzato. Questi praticamente si sono autorinnovati da soli prelevandomi direttamente dal conto 357$ ! ovviamente ho chiamato subito perche io non ho firmato nulla e non mi hanno mai mandato una richiesta o preavviso di rinnovo. Bene mi devono mandare un assegno di rimborso ma dopo 1 mese ancora attendo....Oppure quest'altra: io ho due cani . Sapete che i costi dei veterinari qui sono esorbitanti, allora per evitare una mazzata in caso di incidente ho fatto l'assicurazione anche a loro 80$ mensili (per cui mi costano 1000$ annui solo di assicurazione che copre solo incidenti nessuna visita di routine o medicine o quant'altro) Bene pochi mesi fa la mia cagnetta si rompe un legamento crociato, era in pena per cui il chirurgo specialista mi consiglia di operarla. Ok dico io mica la posso tenerer sofferente. La lascio lo stesso giorno, conto 4000$ che devi pagare in anticipo. Dopo avere ottenuto tutte le fatture dall'ospedale mando tutta la documentazione all'assicurazione per il rimborso. Dopo un mese: negato. Negato???!! si . perche? bene c'era una clausula che questo tipo di injury, di incidente, per i primi 12 mesi di polizza non veniva coperto. Bene io la claim l'ho mandata due giorni prima che scadessero i 12 mesi e mi e' stata negata comunque. Sai cosa mi hanno detto in pratica? che avrei dovuto fare soffrire la mia cagnetta finche non scadevano i 12 mesi e poi provvedere. Per cui sarebbe dovuta stare in pena circa un altra settimana. Praticamente mi hanno detto che avrei dovuto fare la furba! roba da non credere. Insomma tanto per fare capire che queste cose succedono dappertutto. Ah e per quanto riguarda il telemarketing, io ricevo chiamate quasi tutti i giorni, nonostante pago la mia compagnia telefonica 3.5 dollari mensili per avere il numero privato! quindi fate voi...

    RispondiElimina
  7. Ciao Mili Con grazie per la tua testimonianza. In effetti nessun posto e' il Paradiso e queste cose succedono anche in USA. Per esperienza personale pero' devo dire che in 7 anni di vita in USA ho avuto molti problemi in meno in quasi due anni in Italia. E quando mi sono successi episodi del genere in USA sono riuscito abbastanza facilmente a risolverli scrivendo email o chiamando al customer service...non come in Italia (soprattutto Sud Italia) in cui per risolvere un piccolo problema passano i mesi tra telefonate, lettere e raccomandate. Comunque grazie ancora e spero che se mi ritrasferiro' in Usa non avro' troppi di questi problemi e piccole truffe! Alla fine sono italiano e come tutti noi italiani non mi faccio fregare facilmente. :)

    RispondiElimina
  8. Comunque Mili mi hai fatto pensare ad una cosa che mi piacerebbe approfondire un giorno ovvero le assicurazioni e le spese per chi ha animali domestici. Anche questa e' una particolare differenza con l'Italia (e forse in questo caso siamo messi meglio in Italia). Ricordo che i miei zii spesero piu' di $1000 una volta per fare operare il gatto che aveva ingoiato delle molle di plastica e poi per ogni visita dal veterinaio si spende un sacco. Sembra assurdo pero' mi chiedo anche se esiste chi puo' pagare queste spese per gli animali vuol dire anche che gli stipendi sono molto piu' alti che in Italia altrimenti non sarebbe possibile. Nessuno spenderebbe 80 euro al mese per un animale domestico se ne guadagna 1000 (come tantissimi stipendi oggi in Italia), no? :)

    RispondiElimina
  9. BEH NON E' CHE CHI PUO' PAGARE E CHI NO, IO I SOLDI PER L'OPERAZIONE LI HO PRESI DAI MIEI SAVINGS E TI DICO NON MI HA FATTO PER NIENTE PIACERE MA QUANDO HAI UN ANIMALE CHE ADORI E' COME UN FIGLIO CHE FAI LO LASCI COSI? PER CUI QUI NON HAI SCELTA O PAGHI O NON TI CURANO, UN PO COME LE ASSICURAZIONI PER NOI UMANI. QUI QUANDO VAI IN OSPEDALE LA PRIMA COSA CHE TI CHIEDONO NON E' MICA COME STAI, MA LA TUA INSURANCE CARD E SE NON CE L'HAI DIRETTAMENTE LA CARTA DI CREDITO....NON SCHERZANO. CERTO GLI OSPEDALI QUI SONO SUPER EFFICENTI MA SE NON HAI COPERTURA ASSICURATIVA UNA NOTTE IN OSPEDALE TI PUO' COSTARE 6000$, UNA LASTRA 1000$ ECC.ECC...PER CUI NON E' CHE ABBIAMO TROPPA SCELTA, OVVERO O PAGHI L'ASSICURAZIONE PER IL CANE O PAGHI LE SPESE ALTE...SE SEI FORTUNATO IL TUO CANE NON AVRA' MAI NULLA IN VITA SUA MA SE PER CASO SI FA MALE E NON HAI L'ASSICURAZIONE (CHE OLTRETUTTO DEVI LEGGERE SUPER BENE PERCHE ANCHE QUI TI MANDANO PAGINE E PAGINE E LO DEVI IMPARARE A MEMORIA, ANZI PRIMA DI FARE QUALSIASI COSA LI DEVI CHIAMARE IN ANTICIPO E CHIEDERE, COSA CHE HO IMPARATO A MIE SPESE) DEVI PAGARE. C'E' POCA SCELTA.

    RispondiElimina
  10. Ciao Mili, hai ragione. Io riflettevo solo su un fatto. Pochi mesi fa qui al Sud mi hanno proposto un lavoro di circa 500euro netti al mese (lavorando 44 ore a settimana). E' una situazione limite ma gli stipendi italiani al momento non sono molto piu' alti. Quindi non si riesce neanche a mettere da parte. Io penso che se in Italia per curare un gatto si dovesse spendere centinaia di euro all'anno il sistema fallirebbe o meglio la gente dovrebbe andare a rubare per poter pagare queste spese. In Usa e' possibile perche' si riesce a mettere soldi da parte o comunque gli stipendi non sono di $500 o $1000 al mese. Questa era la riflessione che facevo. Comunque vorrei approfondire questo aspetto delle assicurazioni mediche per gli animali in USA perche' al momento ne so poco. Grazie per i tuoi commenti.

    RispondiElimina
  11. Ma certo sono in pieno accordo con te in Italia gli stipendi sono un offesa alla dignita' dell'uomo. Non saprei e non potrei parlare sugli stipendi americani, ma penso anche che dipenda dallo stile di vita. Pero' sarei molto curiosa di fare dei paragoni sullo stile di vita. Sai New York non e' l'America, e' una cosa a se. Pensa questo: ok metti che uno stipendio medio di un impiegato sia sugli 80,000$ lordo annui e voglio essere larga (a meno che non sei a livelli alti o in settori particolari). Togli un 25% di tasse = 60,000/12=5,000$ mensili. Ok se sei un room-mate ovvero convivi con altri 3 ragazzi ti salvi ma metti che sei sposato e la tua lui o la tua lei non lavora, e metti che hai figli. Qui a New York un appartamento di 1 camera da letto di circa 670/700sqf, che sono circa 70 mq, che alla fine non sono mai veramente quelli perche calcolano anche le mura e altri spazi per cui metti che vivibili ne hai 55/60mq costa sui 3,500/4,000 al mese (contando che devi anche dare 1 mese e mezzo o addirittura due al real estate perche te lo ha trovato, piu devi dare un deposito di circa 2 mesi che si tengono fino a che non te ne vai e se hai pets di solito 50$ per pet per month oppure on one time fee 500$). Se hai un figlio l'asilo nido il daycare parte da 1,500$ mensili. Spese di trasporto carta metro mensile 104$ piu non prenderai qualche taxi??? poi il mangiare, e se non ti porti il cibo da casa per il pranzo spendi una media di 10 dollari al giorno (un insalata ricca ti costa 11/12$) . Abbonamento cellulare 90$ se hai l'iphone+ tasse, cable tv circa 100$ al mese se vuoi i canali digitali 200$ al mese,la spesa di casa che costa molto di piu. Ok metti che hai due stipendi e ti vuoi permettere un due camere da letto perche' hai i bambini. 5000$ al mese non te li leva nessuno di affitto, e il daycare raddoppia. Puoi risparmiare se vai a vivere fuori Manhattan, tipo Brooklyn,Queens, Harlem o New Jersey, poi pero devi anche calcolare il commuting ovvero le spese di trasporto. Se pensi di venire a lavorare in macchina te lo sogni perche un parcheggio giornaliero costa sui 35$, se prendi il ferry ogni tratta ti costa 6$, abbonamenti treni sono circa 160/200 a persona perche devi prendere treno + metro o treno + path o treno + ferry a meno che non sei a brooklyn o queens e te la cavi con la sola metropolitana.
    Comunque sarei curiosa di sapere anche da altri che vivono qui cosa ne pensano...

    good luck per il tuo viaggio! oh mi raccomando sempre positivo!

    RispondiElimina
  12. Ciao Mili, hai ragione negli Usa anche se si guadagna molto si spende molto e si paga davvero tutto anche se le tasse da pagare sugli stipendi sono molto inferiori a quelle che si pagano in Italia. In sostanza in Usa lo Stato non prende da te come quanto prende in Italia ma poi bisogna pagare caro ogni tipo di assicurazione etc.
    Quando vivevo in Usa ho iniziato con 28000 lordi l'anno e dopo qualche anno sono arrivato a 44000 che non e' tantissimo pero' riuscivo a vivere indipendentemente, pagavo l'affitto, le rate per la macchina e mi toglievo spesso qualche sfizio. Certo il sogno americano non e' questo pero' considera che in Italia oggi se guadagni chesso' 800 o 1000 euro al mese ma ne devi pagare 500 di affitto come fai a vivere? Per questo molti ragazzi si fanno aiutare dai genitori, magari vivono da loro oppure vivono da soli ma i genitori intervengono aiutando a pagare l'affitto. Insomma per un giovane vivere in Italia vuol spesso dire non essere indipendente e a 30-40 anni farsi aiutare ancora dai genitori non e' una cosa bella. Questo mi manca della vita americana, l'indipendenza. Poi pero' e' vero che quando in Usa inizi ad aver famiglia le spese aumentano e davvero si vive per lavorare e si e' davvero stressati al limite. Pero' anche in Italia c'e' stress per altri motivi. Il discorso sugli stili di vita sarebbe lungo. In teoria in Italia si vive meglio, ma bisogna guadagnare bene altrimenti anche cose che sembrano alla portata di mano come andarsi a fare un weekend chesso' in una citta' a poche miglia da dove abiti diventa una spesa eccessiva tra benzina e autostrada e quindi...si rinuncia anche alle cose belle che abbiamo a portata di mano ma che non ci possiamo permettere.

    RispondiElimina