Segui il blog tramite email

martedì 14 ottobre 2014

Cose di lavoro: firing and hiring in the USA

Oggi al lavoro e' stata una giornata molto particolare. Nella mia azienda sono in atto molti cambiamenti e quindi stanno licenziando ed assumendo molte persone nel giro di pochi mesi.
Nel mio ufficio ci sono due scrivanie, la mia e quella di fronte di una collega sulla sessantina. Questa signora lavora part time e a dire la verita' a quanto mi raccontano i colleghi negli anni e' diventata sempre piu' pigra. Il suo licenziamento e' sempre stato nell'aria.
Proprio stamattina ha iniziato a lavorare con noi una ragazza sui 23-24 anni, che si e' laureata un paio di anni fa. Qui iniziano il college a 18 anni e poiche' non esiste il fenomeno del fuori corso, verso i 22 anni sono tutti laureati e iniziano gia' a fare esperienza lavorativa. Beati loro.
Insomma a un certo punto il capo ha chiamato la signora nel suo ufficio e l'ha licenziata. Era ora di pranzo. La signora ha preso le sue cose ed e' andata via, senza neanche aspettare la fine della giornata, e senza neanche salutarci. Forse era in imbarazzo ma chi l'ha vista uscire dalla porta ha detto che non sembrava neanche tanto triste, anzi ha anche accennato un mezzo sorriso.
Comunque subito dopo pranzo, due colleghi hanno sistemato il pc e la scrivania della ormai ex collega per adattarli alle esigenze della nuova ragazza. E cosi' stamattina di fronte a me avevo una signora e nel pomeriggio una ragazzina. Cambio di colleghe in poche ore. Questo e' il mondo del lavoro americano. Licenziamenti e assunzioni velocissimi senza troppe storie o preavvisi. Credo pero' che se la signora avesse lavorato full time le avrebbero dovuto dare almeno due settimane di preavviso, che comunque e' un periodo brevissimo per i nostri canoni italiani. Non si parla di articolo 18 e licenziamenti per giusta causa proprio in questi giorni? Qui non esiste un contratto vero e proprio e quando ti assumono ti presentano un foglio di carta in cui e' specificato che ti assumono "at will" vale a dire che se tu vuoi te ne puoi andare dando preavviso di due settimane e se l'azienda vuole licenziarti puo' farlo dandoti sempre lo stesso preavviso di due settimane. Senza stare troppo a spiegare. Non servi piu'. Devi prenderti le tue cose e andare a casa. E avanti un altro assunto. Stranamente questo sistema puo' sembrare precarissimo sulla carta ma non e' cosi'. Se lavori bene non ti licenziano. Io mi sentivo piu' precario in Italia che non qui in Usa dove possono licenziarmi dall'oggi al domani. Questa e' l'America del lavoro e della flessibilita'. Piaccia o no, il sistema funziona. Pochi si lamentano e nessuno organizza scioperi generali.

5 commenti:

  1. Il sistema funziona perché non c'è solo la possibilità di licenziare facilmente, ma anche la meritocrazia. Se la signora si impegna un altro lavoro lo trova. In Italia basta vedere la data di nascita e il cv è scartato, e non solo in Italia. Ci avevo scritto un post
    http://lavitacominciaa40anni.blogspot.it/2014/09/flessibilita-e-precariato.html
    Comunque in Italia il preavviso di licenziamento per gli operai è di una settimana.

    RispondiElimina
  2. Infatti il problema dell'Italia è che il lavoro non c'è proprio. Quello precario con licenziamento a 15 gg chi te lo passa più?!? Molto meglio in America, almeno un po' si lavora...

    RispondiElimina
  3. Scusa , da voi non esiste la differenza tra essere licenziato (laid off) per esubero o riorganizzazione del personale ed essere licenziato (fired) perché hai combinato qualche pasticcio ?

    RispondiElimina
  4. Comunque ci sono differenze tra stato e stato. Non so da te ma ho vissuto in California e ora vivo in Texas .
    Se ti licenziano (fired) ok vai a casa punto e basta .
    Ma come hai detto tu danno un preavviso di 15gg in caso di licenziamento (laid off) .
    Alla signora in questione avranno dato il preavviso quindi era preparata.
    Qui in Texas poi hai diritto fino a 6 mesi di una specie di cassaintegrazione in attesa che trovi un altro lavoro.
    In California addirittura la ditta che licenzia per riorganizzazione o esubero poi se vuole riassumere personale nella stessa posizione deve prima fare una offerta di lavoro a chi ha licenziato e poi può assumere nuovo personale.
    È quindi probabile che la tua ditta stia licenziando (laid off) con accordi privati e buonuscite .

    RispondiElimina
  5. Si è vero, sta licenziando con accordi privati e buonuscite.

    RispondiElimina