Segui il blog tramite email

venerdì 1 gennaio 2016

Addio 2015, benvenuto 2016

Cari lettori, un breve pensiero all'anno passato. E' stato un anno interessante, pieno di alti e bassi.
Persone che mi hanno stupito e persone mi hanno deluso. Amicizie che si sono rafforzate e amicizie che sono svanite. Ho avuto modo di tornare in Italia dopo due anni di assenza e ho trascorso qualche giorno con le persone a me più care (la mia famiglia). Ho raggiunto molti obiettivi ma molti altri ne ho da raggiungere. Purtroppo non ho avuto troppo tempo da dedicare al blog ma sono contento che abbiate continuato a seguirmi.
Il 2016 sarà un anno importante, per me l'anno della "svolta" perché dovrebbe essere  questo l'anno in cui finalmente mi daranno la tanto attesa Green Card. E' dal 2004 che sono qui e se non fossi tornato in Italia per qualche anno l'avrei già tra le mie mani ma fa niente, ora ono davvero vicino alla meta e se tutto va bene dovrei riceverla entro pochi mesi. Fingers crossed! Vi terrò aggiornati.
Sarà un anno importante anche perché una volta ottenuta la GC potrei pensare di cambiare casa e trasferirmi più vicino a NYC e poi perché no, potrei seriamente iniziare a guardarmi attorno per comprare un piccolo appartamento e mettere radici ancora più solide in questo Paese che mi ha già accolto a braccia aperte per ben due volte. Poi ho tanti altri pensieri per la testa e desideri da realizzare, ma come sapete i desideri non si rivelano, ne saprete qualcosa solo se e quando si realizzeranno. Insomma sarà un anno intenso, come e più degli altri passati.
Voi continuate a seguirmi and stay tuned for more updates.
HAPPY NEW YEAR!

4 commenti:

  1. Se solo trovassi un qualsiasi lavoro regolare partirei oggi stesso...invidia

    RispondiElimina
  2. salve avrei bisogno di una informazione ho degli amici a Chicago per qualche anno son andato a trovarli e mi dicevano di rimanere li oltre i 90 gg che anche da li si puo' far domanda per i visti senza x forza dover tornare in italia,vorrei sapere ma una famiglia americana puo' sponsorizzarmi o solo un datore di lavoro puo' sponsorizzare? e scusa ancora una cosa loro vorrebbero aprire un ristorante anche perche' in passato ne avevano uno,ma se loro lo aprono possono assumermi tranquillamente o altra idea che avevano di mettermi come socio al fine di farmi avere i documenti per poter rimanere li.secondo te è fattibile tutto cio'?grazie in anticipo distinti saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seby, dunque...chi erano questo amici, italo-americani che non sanno niente delle leggi di immigrati? Probabilmente sì. Leggi uno dei miei post precedenti su cosa vuol dire stare in USA anche per un solo giorno oltre i 90 concessi. Si può rimanere oltre i 90 giorni e poi chiedere il visto??? Restando qui il 91 giorno si diventa illegali e puoi scordarti i visti, e poi il visto non è una cosa che si compra al supermercato, è qualcosa di molto più complicato da riuscire ad ottenere e spesso viene negato. Chi resta qui illegalmente e viene scoperto rischia di non poter mettere più piede in USA per 10 anni. Detto questo una famiglia americana non può sponsorizzarti altrimenti tutte le famiglie americane sponsorizzerebbero stranieri facendosi pagare e tutto il mondo si trasferirebbe qui. In teoria di può sponsorizzare solo un genitore o un figlio cittadini americani, forse un fratello o una sorella sempre cittadini. Non zii, non cugini etc Per il visto di lavoro ce ne sono di vari tipi. Informati online o con l'aiuto di un avvocato esperto in pratiche di immigrazione. Fammi sapere. Non è così facile, non fare errori grossolani a causa di consigli di persone grezze e ignoranti che non conoscono le leggi. Ne potrebbe andare del tuo futuro qui. Ciao

      Elimina
  3. Che dire, in bocca al lupo per la tua green card :)

    RispondiElimina