Segui il blog tramite email

lunedì 7 settembre 2015

Una signora, una porta e un piede

Pochi giorni fa mentre, stavo lavorando in ufficio, entra un tizio in giacca e cravatta e chiede di me.
Poiche' il giorno prima il Dept of Labor aveva certificato la domanda di sponsorizzazione da parte della mia compagnia, ho subito pensato che si trattasse di qualcuno dal Dept of Labour o dall'Immigration  e che magari volesse farmi delle domande per assicurarsi sul tipo di lavoro che svolgo. Mi sono un attimo agitato ma quando ha iniziato a spiegarmi di cosa si trattasse...mi sono agtato ancora di piu'.
- Ti ricordi un episodio in particolare accaduto in questo palazzo circa un mese fa? 
- No che episodio?
- Ci risulta che sei entrato nel palazzo con la tua tessera magnetica alle 2:32 pm.
- Si puo' essere, vado spesso al parcheggio del palazzo per una pausa sigaretta con un mio collega e quindi come tante volte al giorno, potrei essere rientrato dal parcheggio nel palazzo, usando la mia tessera magnetica proprio a quell'ora. Perche'?
- No niente, una signora dice che mentre nello stesso momento in cui lei stava uscendo dal palazzo qualcun altro stava entrando e nell'entrare la porta le ha colpito il piede. E ci risulta che all'ora indicata dalla signora sei entrato tu nel palazzo usando la tua tessera magnetica.
- Mi spiace ma non ricordo assolutamente niente. E anche il mio collega si sarebbe ricordato un episodio del genere se la signora si fosse fatta male e si fosse lamentata con me.
 - No ma infatti la signora ci ha detto che al momento non ha provato alcun dolore e non si e' neanche lamentata e in realta' poi per due settimane e' stata bene. Dopo pero' ha iniziato a provare dolore, e' andata dal medico che le ha messo il gesso e ricordandosi l'episodio della porta ora pare che voglia fare una lamentela contro il palazzo, forse una causa. 
- Mi spiace ma non ricordo niente. E cosa succede adesso?
- Niente, non preoccuparti, succedono spesso episodi del genere qui. Se fara' un reclamo o una causa interverra' l'assicurazione del nostro palazzo.
- Ok, mi spiace ancora ma non ricordo niente. 
- Non ti preoccupare, buona giornata.
Avete capito bene, qui ci provano in tutti i modi a scucire soldi alle assicurazioni con delle lamentele a volte assurde.
La mia domanda e': se la signora non ha provato alcun dolore al piede nel momento in cui come dice lei e' stata colpita dalla porta, cosa ha fatto, ha comunque scritto su un pezzo di carta che alle 2 e 32 una porta le ha strusciato un po' il pede, cosi' non si sa mai...se fa male piu' tardi o dopo qualche settimana ha gia registrato tutto?
Oppure ha architettato la cosa per bene con un dottore compiacente e si e' ricordata (o ha inventato) che alle 2 e 30 circa di quel giorno era uscita dal palazzo? E quindi quel tizio venuto in ufficio (che lavora come risk management del palazzo) magari non ha chiesto solo a me, ma a tutti gli altri impiegati del palazzo che sono entrati da quella porta attorno alle 2 e 30?
Ad ogni modo gia' mi vedo andare alla Corte a dire la mia versione di fronte a un giudice severo.
Se mi mettono al fresco ricordatevi di portarmi le arance! Vi ho voluto bene!

Only in America.


3 commenti:

  1. Il business delle assicurazioni è una cosa vergognosa. Se tutti ci provano a fregarle, se lo meritano pure.
    In Italia, con l'assicurazione obbligatoria sulla macchina possono fare quel che vogliono, e fanno prezzi impossibili. Poi, chiaramente, all'occasione, chi fa anche un piccolo incidente, per cui fra privati magari non chiederebbe danni, all'assicurazione scuce volentieri il più possibile.
    Viene visto come un risarcimento di tutto quello che rubano continuamente. Immagino qualcosa di simile con le assicurazioni sanitarie americane

    RispondiElimina
  2. questa querelomania é veramente triste.. quando é cominciata, i giudici (o chi per loro) avrebbero dovuto porre un freno a queste ridicole denunce, e non si sarebbe arrivati a questo. Ma loro se la vivono bene? gli americani intendo? io avrei una certa ansia...

    RispondiElimina
  3. No dico, ma dopo due settimane??? Lo trovo semplicemente ridicolo.........................se ti rompo un piede non cammini più subito altro che, se poi hai fratturato anche solo un piccolo ossicino il dolore lo senti sicuramente ad ogni passo.
    Altro che ansia, così vivi in un incubo!!!

    RispondiElimina