Segui il blog tramite email

giovedì 11 settembre 2014

United we stand, divided we fall

Ciao a tutti, oggi e' l'11 Settembre e come sapete mi trovo qui in America.
Prossimamente pubblichero' alcune foto che ho fatto al September 11 Memorial a New York ma oggi vorrei parlarvi delle teorie del complotto. Ho notato che ancora oggi molte persone credono che in un modo o in un altro l'11 Settembre sia stato un auto-attentato o un Inside Job come dicono qui. Non si tratta solo di antiamericani a priori o semplici ragazzini alternativi ma anche di persone piu' razionali, compresi molti Americani.
Ora spero di non risultare antipatico a qualche lettore ma voglio dire la mia in tutta onesta'. E poi potete pensarla come volete, anzi si puo' pacatamente, spero, aprire una discussione su questo blog e magari scambiare qualche opinione interessante.
Veniamo al nocciolo della questione. Quasi tutte le teorie dell'Inside Job partono dai particolari per suggerire una tesi che pero' non tutti amano pronunciare a gran voce, perche' l'importante e' mettere il dubbio e subdolamente suggerire che...sono stati gli Americani! Per avere una scusa per fare una guerra. Ovviamente e' difficile che possano mettere in dubbio cio' che abbiamo visto tutti con i nostri occhi quel giorno ovvero gli aerei dirottati che si schiantano contro le Twin Towers. E quindi per avallare la loro tesi devono per forza partire dal particolare, da qualche strana incongruenza, da qualcosa di meno importante che non torna. E quindi si parte dal fatto che non ci sarebbe un video chiaro dell'aereo che si schianta sul Pentagono e ci sono poche tracce dell'aereo dopo l'impatto. Ammetto di avere qualche dubbio anche io ma razionalmente penso: magari il Pentagono ha il video ma non vuole mostrarlo perche' e' comunque una vulnerabilita', un segno di debolezza?
Ma molti complottisti sostengono che nessun aereo si e' schiantato sul Pentagono. Bene allora razionalmente penso: dove e' finito l'aereo che manca all'appello e tutti i passeggeri che erano su quell'aereo? I complottisti non hanno risposte. Probabilmente e' stato fatto saltare in aria, dicono. E nessuno ha visto niente? E se e' stato fatto saltare in aria cosa ha davvero colpito il Pentagono? Un missile? E se gli Americani sono riusciti a far saltare in aria l'aereo che stava per schiantarsi sul Pentagono poi cosa hanno fatto, si sono lanciati da soli un missile sul Pentagono? E se cosi' fosse, perche'? Se era tutta una grande regia non bastava far crollare le Twin Towers con 3000 persone all'interno, serviva anche la messinscena del Pentagono? Lasciamo stare il Pentagono e parliamo di un altro dubbio complottista, o in questo caso una tesi vera e propria, piu' esplicita: gli Americani stessi hanno messo cariche esplosive nelle Torri per farle crollare. La causa dei crolli non sarebbe stata lo schianto degli aerei dirottati ma le cariche esplosive messe nelle Torri giorni prima e fatte esplodere a distanza. Ok, bene, ma gli aerei dirottati e i kamikaze sono esistiti o no? No perche' li abbiamo visti tutti quegli aerei o sbaglio?
Fatemi capire...anche i dirottatori erano parte del piano diabolico di Bush che e' riuscito ad assoldarli e poi pero' proprio per essere sicuro che le Torri sarebbero crollate ha anche fatto minare le Torri. Giusto? Beh sui kamikaze nella galassia complottista ci sono altri dubbi. C'e' chi dice che non c'era alcun kamikaze su quegli aerei, perche' erano in realta' telecomandati. Ah bene! Ma non ci sono riprese che riprendevano i kamikaze poco prima di entrare in aereo? Sono stati fatti scomparire dalla Cia (o magari dal mago David Copperfield) all'entrata, nei bagni del Gate? Nessuno ha quindi visto dove sono scomparsi quei dirottatori che non si trovano piu' sul pianeta Terra? Ma torniamo agli aerei telecomandati...passeggeri e hostess quindi avrebbero notato che non c'erano piloti in cabina di controllo ma non si sono preoccupati? Ma si facciamoci un bel giro senza pilota. Ci si diverte. Ho letto di qualche complottista che e' arrivato anche a sostenere che neanche gli aerei sono mai esistiti ed erano in realta' ologrammi ma qui si entra nel campo del delirio fantascientifico, ai confini della realta'. Sorvoliamo.
E torniamo alle cariche esplosive nelle Torri. Io so che non si minano due grattacieli immensi con due miccette ma con quintali di esplosivo e quindi con decine di persone che avrebbero dovuto occuparsene, lavorando per giorni per piazzare le cariche in vari punti, ovviamente dopo aver avuto tutti i permessi o aver corrotto, ma di questo se ne sara' occupato Bush, decine di addetti alla security e impiegati che lavoravano ai piani che sarebbero stati minati. Ma si dai, decine e decine di persone, forse centinaia, tutti parte del piano malefico di Bush. Sono sanguinari gli Americani, sono proprio dei pazzi sanguinari. E se solo uno di questo complici si fosse pentito? Semolice. Bush si sara' premunito facendo installare un microchip nei loro cervelli e al primo accenno di pentimento...boom, un'altra esplosione, controllata pero'. Che a Bush piacciono tanto.
Insomma perche' nascono queste teorie? Io ho le mie opinioni. Nascono per motivi diversi e alcuni di essi sono comprensibili e umani come il bisogno di razionalizzare un evento di per se' irrazionale. Non era possibile una cosa del genere quindi mi costruisco la tesi dell'auto-attentato, che mi da' piu' tranquillita' mentale. E poi ci sono altri motivi in cui si intrecciano antiamericanismo e voglia di sentirsi piu' svegli di altri, piu' saggi, i detentori della verita' che vanno a risvegliare i dormienti. E ce ne sono tanti altri ma mi fermo qui.
Voi cosa ne pensate?
Potrei andare avanti per ore su questo argomento che mi sta a cuore ma vi lascio con un video di uno dei piu' importanti distruttori di Bufale e teorie complottiste: Paolo Attivissimo. E' un video un po' lungo ma ne vale la pena, se avete un po' di tempo. Buona visione e oggi consentitemi di salutarvi con una frase patriottica.
United we stand, divided we fall.


9 commenti:

  1. Hai fatto bene a mettere il video di Paolo, lo seguo da anni ed è molto preciso nelle ricostruzioni e nelle analisi.
    Ecco perché è così odiato dai complottisti...

    RispondiElimina
  2. Voglio vederlo il video, farò il possibile per trovare il tempo.
    Ti stupirai di sentire questa cosa proprio da me, ma io non credo all'estraneità dei servizi segreti americani negli attentati dell'11 settembre. Anche prima di venire a conoscenza delle teorie complottiste varie che citi qui, anche quando nessuno intorno a me ne parlava, io ero convinto, come ne sono ora, che CIA, FBI e simili avessero organizzato in qualche modo questa strage per avere l'appoggio del mondo nell'attaccare l'Iraq e l'Afghanistan.
    Queste teorie del tritolo nelle torri però sono assurde. No, non credo a una cosa del genere. Chi ha le competenze per farlo saprà dire se le torri potevano crollare con l'impatto che hanno avuto dagli aerei. Io non lo so, ma credo di sì. Credo che la storia sia come ce l'hanno raccontata, con i dirottatori sugli aerei, che si schiantano contro le torri e il pentagono (e il quarto aereo, destinato al pentagono, che precipita per una rivolta dei passeggeri).
    Quello che invece credo è che ci sia stata una cooperazione tra servizi segreti americani e terroristi. Infiltrazioni di persone da una parte all'altra che abbiano permesso che questo avvenisse. Credo che qualcuno in America sapesse che questo attentato era stato organizzato e abbia fatto in modo da essere di aiuto.
    Senza che sia io a doverlo dire è dimostrato che c'è stata molta negligenza nella prevenzione di questo tipo di attacchi, come se si fossero creati volutamente dei vuoti nella sicurezza, troppi punti deboli che sono poi stati facilmente sfruttati.
    C'era già stato un attentato alle twin towers nel 1993, nonostante questo la sicurezza non venne rafforzata abbastanza. Comunque le misure di sicurezza dedicate alle sole torri gemelle difficilmente avrebbero previsto questo tipo di attacco.
    Un libro che suggerisco, scritto da una persona che lavorava nel settore al momento, è questo
    http://www.ibs.it/code/9788850208487/clarke-richard-a-/contro-tutti-nemici.html

    Una cosa che però non ho mai condiviso, oltre ai festeggiamenti di tanti imbecilli, è il fatto che questo attacco sia stato visto come un attacco agli Stati Uniti. Io ho temuto seriamente l'inizio della terza guerra mondiale come conseguenza di quella tragedia. Non ho mai pensato, nemmeno per un secondo, che non ne saremmo stati coinvolti. Tutto l'occidente era sotto attacco. Dopo le twin towers sono arrivati gli attacchi a Madrid, a Londra, mentre a Milano e a Barcellona, se non ricordo male, se la sono cavati per il rotto della cuffia perché vennero sventati altri attentati.

    Ricordando però quanto era forte la volontà di scatenare una guerra in Iraq, parlando prima di guerra preventiva, con l'idea che Saddam avrebbe attaccato gli Usa, che aveva armi chimiche (mai trovate) e alla fine con la scusa che era necessario esportare la democrazia e sovvertire un regime dittatoriale (cosa che avrebbero già potuto fare 10 anni prima), mi viene difficile pensare che la CIA non volesse l'attentato, che non ne sapesse nulla, che non abbia collaborato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Luciano, mi fa piacere che anche se tu hai dei forti dubbi sull'11 settembre, con te si puo' discutere pacatamente e razionalmente. Per prima cosa ti suggerisco davvero di guardar eil video di Attivissimo.
      Tu dici che l'11 settembre e' stato fatto accadere per poi avere il pretesto per fare guerra a Afghanistan e Iraq. Ora vorrei ricordarti che la guerra all'Afghanistan e' stata fatta in stretto collegamento con l'11 settembre ma quella all'Iraq no. Quella all'Iraq, molto discutibile, e' stata fatta per altri motivi. Nessuno ha mai detto che Saddam Hussein e' stato l'organizzatore degli attachi dell'11 settembre. E proprio la guerra all'Iraq dimostra che gli Usa se vogliono fare una guerra la fanno senza bisogno di 3000 morti.
      Tu suggerisci che CIA, FBI etc etc sapevano degli attacchi ma non hanno fatto niente per prevenirli. Prima di tutto cio' vuol dire che centinaia di loro sapevano degli attacchi e sono pur sempre americani, non pazzi sanguinari diabolici come magari vogliono farci credere alcuni film. Centinaia di americani sapevano e lo hanno fatto accadere? E se solo uno si fosse pentito? Bush e' stato davvero bravo a prevenire anche questo perche' basta che solo uno, ripeto solo uno, che si pente e gli Usa vengono sputtanati al mondo intero.
      Mi parli di vuoti creati volutamente alla sicurezza e quindi anche qui bisogna aggiungere altre decine se non centinaia di complici che avrebbero volutamente creato questi vuoti. Vedi che i complici americani diventano sempre piu' cosi'. Davvero centinaia e io non posso, non voglio crederci che centianaia di americani erano d'accordo a fare una strage di migliaia di loro connazionali.
      E poi certo e' vero' che c'era stato un altro tentativo di attacco nel 1993 ma era stato differente, se non sbaglio con un'autobomba. Pur rafforzando la sicurezza attorno alle Torri, all'epoca non avrebbero mai pensato che gli attacchi potessero avvenire dall'alto tramite aerei dirottati. E ti ricordo che fino al 2001 di aerei ne avevano dirottati tanti ma mai nessuno si era andato volutamente a schiantare su dei grattacieli. Parlare dopo gli attacchi e' differente. In realta' dei caccia sono anche partiti l'11 settembre ma e' stato troppo tardi. I caccia solitamente partivano anche con una certa calma per andare a scortare gli aerei dirottati o cercare di capire se ci sono messaggi da parte dei dirottatori che solitamente chiedono riscatti e poi atterravano sempre in qualche aeroporto quindi diciamo che fino ad allora i caccia avevano un altro ruolo e meno urgenza di partire perche' nessun aereo dirottato fino ad allora si ando' a schiantare volutamente contro dei grattacieli. Comunque ripeto guarda il video che e' interessante. Ciao

      Elimina
  3. Ciao,
    anche io concordo al 100%, ho provato già a commentare questo articolo inserendo altri video e link di Paolo Attivissimo ,ma non è stato pubblicato. Non si possono inserire link?

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo, i commenti li leggo prima di pubblicarli (perche' a volte arrivano commenti pubblicitari spam). Non ho ricevuto altri tuoi commenti con link. Puoi riprovare?

      Elimina
  4. Ok, eccoli qua:
    http://undicisettembre.blogspot.it/ nella sezione FAQ a destra,potete trovare risposte a tutto
    https://www.youtube.com/watch?v=rkmYBccG4LM&list=PL5ECBF4DE4F088CDE altra conferenza di Paolo Attivissimo

    RispondiElimina
  5. I complottisti qui faranno un raduno con quelli che sostengono che non si é andati sulla luna e come ospiti d'onore sul palco chiameranno Elvis, Marilyn e Jim

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    io vorrei dire la mia (o l’idea che mi son fatta guardando i vari documentari), innanzitutto vorrei dirti che seguo da un po’ il tuo blog perché mi affascina questa tua avventura Americana e in un qualche modo mi affascinano gli stati uniti e spero tanto un giorno di poterli visitare dal vivo.
    Torniamo all’argomento del post, che sia stato un auto attentato o meno ci sono davvero cose assurde, io non so se hai mai visto i vari documentari a riguardo.
    Per esempio in uno c’era un ingegnere o cosa che spiegava come vengono costruiti i grattacieli e come dovrebbero essere state costruite le torri gemelle e secondo comunque i calcoli, uno schianto di un aereo avrebbe dovuto si distruggere la parte colpita ma non far cedere l’intero grattacielo in quando impossibile che anche il carosene e lo scoppio dell’aereo non avrebbero potuto fondere la struttura delle torri.
    Inoltre, ci sono diversi filmati che fanno vedere come se le torri fossero cadute con una demolizione controllata, cioè sono scese “diritte” non sono crollate.
    Nel documentario si ipotizza che centrasse anche l’assicurazione e che chi “comandava” il tarde center (si chiama così?) ha preso un sacco di soldi. Qualcosa del genere insomma.
    Se si guardano le foto del pentagono invece e del “buco” dove dovrebbe essersi schiantato l’aereo, per le sue dimensioni il foro è davvero troppo piccolo.
    Poi mi chiedo, se qualcuno volesse fare un attentato e colpire il centro economico ecc ok, ma non si dovrebbe puntare direttamente alla casa bianca?
    Nel documentario comunque si vede anche che i caccia prima di alzarsi in volo per seguire gli aeri che poi si sono schiantati hanno aspettato davvero tanto tempo, gli aerei marciavano già fuori rotta da un po’…e a quanto pare in casi del genere bisognerebbe far partire subito gli aeri per seguire gli altri.
    Ok ho scritto in modo un po’ confuso magari, ma spero che si sia capito :)
    Per farla breve, si potrebbe appunto discutere per ore dell’argomento.

    p.s: ora leggo gli altri commenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti. Guarda il video di Attivissimo e molti tuoi dubbi se ne andranno via. Che io sappia non ci sono precedenti di altri grattacieli simili colpiti da aerei di linea quindi paragoni e calcoli su come e se dovrebbero cadere i grattacieli in quei casi sono pure ipotesi. Io ho capito che il crollo e' stato causato sia perche' molte colonne sono state tranciate e il peso dei piani superiori ha iniziatoa gravare su quelli inferiori e poi il calore sprigionato dal carburante ha fatto sciogliere o indebolire altre strutture. Inoltre se fossero state demolizioni controllate sarebbero state evidenti le deflagrazioni come si vede nel video di Attivissimo. Chi ha detto che le torri colpite dagli aerei poi devono crollare in modo diverso da quelle fatte crollare con demolizioni controllate? A me pare logico che se il peso dei piani superiori grava su quelli inferiori la torre crollera' in modo "dritto". Sul Pentagono ho dubbi anche io ma i cospirazionisti non citano mai che ci sono 55 o 56 testimoni, non ricordo esattamente, che hanno visto l'aereo dirigersi verso il Pentagono. Pare che un aereo abbia puntato verso la Casa Bianca e sia quello caduto in Pennsylvania...o e' stato abbattuto? Questo non lo sapremo mai. I caccia si alzano dopo un po' ma ti ripeto prima dell'11 settembre avevano meno fretta di partire perche' diciamo che affiancavano gli aerei dirottati per capire le richieste dei dirottatori che prima di allora non si erano mai schiantati su grattacieli.

      Elimina