Segui il blog tramite email

domenica 14 luglio 2013

Do you have six dollars?

Ieri ero in giro per Manhattan quando un tizio di colore, in jeans e maglietta, si avvicina a me e dice che la sua macchina lo ha lasciato per strada e il suo cellulare e' scarico e non puo' telefonare a sua moglie. Mentre penso se e' una buona idea fargli fare una breve telefonata con il mio cellulare mi chiede sei dollari per comprare il biglietto del bus per tornare a casa. Si va bene, eccone un altro che chiede soldi con una scusa neanche tanto originale. Gli dico che posso dargli un dollaro ma mi si innervosisce e mi risponde (in inglese): cosa mi hai preso per un barbone? Ti ho chiesto sei dollari e me ne vuoi dare uno? Tieniti pure il tuo caxxx di dollaro, ficcatelo su per il cxxx.
Ma guarda questo! Io sono un tipo tranqullissimo ma mi e' salita una certa rabbia che pero' ho trattenuto e gli ho solo fatto il segno con la mano di andarsene via, vai vai vattene via.
Avrei potuto rispondere: I don't think you are a homeless but do you think I am a millionaire? ma non si sa mai come possono reagire questi personaggi, magari cercano la rissa di proposito, magari sono armati, anche se mi sembrava un tipo innocuo, non si sa mai, meglio evitare discussioni. Ma poi ora che ci penso, ok la macchina ti ha lasciato a piedi per strada, ok il tuo cellulare non funziona e non puoi chiamare tua moglie, ma il portafogli? Perche' non hai neanche un dollaro con te?
La lezione da imparare da questo episodio e': meglio dire di non aver soldi che darne solo una parte di quello che ti chiedono. La gentilezza a meta' non e' contemplata a NY. Non ci sono mezze misure, o tutto o niente.

11 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. A me una signora aveva chiesto 20 dollari per un taxi...che non sapeva come tornare a casa sennò. Quando le ho detto che io non porto mai contanti con me (che tra l'altro è vero...) mi ha addirittura detto che lì vicino c'era un bancomat dal quale potevo prelevare...come no!

    RispondiElimina
  3. Infatti...ma cosa pensano che la gente puo' regalare dollari a degli sconosciuti che si capisce che stanno mentendo? Forse invece di chiedere un dollaro per volta tentano di chiedere di piu' a piu' persone cosi' quando una sola persona gli da' cio' che chiedono, sono a posto per un po'. Ma poi tutte queste persone che vogliono dare l'impressione di non-homeless, di persone normali, lavoratori in difficolta' impreviste con la macchina in panne e simili perche' non hanno il portafogli in tasca?

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Putrtoppo puoi cercare di smentire quanto vuoi, ma i fatti sono fatti, le statistiche parlano chiaro.
      Non si tratta di essere razzisti ma quando si toccano certi argomenti è facile etichettare le persone come razziste.
      Certuni ti potranno dire che loro sono così per colpa dei bianchi che li sfruttano, per colpa dei bianchi che li tengono in povertà e loro sono costretti a rubare....ma se il 25% della popolazione compie il 95% dei reati....un dubbio potrebbe venire.

      Elimina
  5. Mi sono capitati diverse volte sti tipi in Italia, uno mi ha chiesto:
    "che t'avanzano 2 euro e 10?" (il prezzo di un pacchetto di Diana al tempo)..... ma veramente 2.10€ non "avanzano", li HAI. Se la mettiamo così m'avanza anche un rene...

    Un'altro voleva i soldi per prendersi da mangiare, allora gli ho comprato un panino....sai che fine ha fatto? Ovviamente nel bidone, si vede che non aveva fame....

    Un'altra ancora ha tirato fuori di essersi scordata il portafogli, poi ha aggiunto che aveva lo sfratto e infine ha calato la carta che era pure incinta.

    Per non parlare dei rom che si mettono davanti alle chiese coi bambini e poi tornano nelle loro roulottes da 100k € trainate da mercedes da 60k €, e non pagano ne acqua ne luce ne gas, ne tassa sui rifiuti ne IMU ne tutte le altre tasse, eppure possono mandare i figli a scuola GRATIS e possono andare all'ospedale GRATIS (ricordiamo che la sanità in Italia, non è gratis, la paghiamo con le tasse e le trattenute in stipendio e ci mettono anche il tiket)

    Mi dispiace per chi ha realmente bisogno ma io non dò più un centesimo a nessuno!
    Faccio la mia offerta in chiesa, e se i preti la usano male, la pagheranno loro.

    RispondiElimina
  6. guarda che questi ste cose le fanno per mestiere, ce ne sono parecchi. era uno di quelli. di sempre che non hai una lira e vai Avanti.

    RispondiElimina
  7. Io da quando sono arrivato in USA sono cambiato.
    Qualcuno dirà in peggio..non lo so... io mi rompo letteralmente il fondoschiena tutti i giorni 12..14 ore sul camion. un giorno di riposo ogni 14 . 17 mesi che non vado in ferie .
    Ho capito che in america tu sei artefice del tuo benessere .
    Sono arrivato come orefice , in California , mi sono ritrovato disoccupato con moglie e figlio a carico.
    Su craiglist ho visto che il lavoro più richiesto per chi come me non ha una educazione (college) è il camionista.
    A 42 anni mi sono rimesso a studiare per la patente CDL (Camion) .
    Per farla breve...non do niente a nessuno ... se non tiravo fuori gli attributi ora ero veramente un homeless .
    Ho quindi realizzato che quasi tutti i disoccupati/homeless in USA è perché lo vogliono essere e preferiscono vivere alle spalle di chi lavora e con i sussidi del governo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, non so se tutti i disoccupati e gli homeless lo sono per loro inerzia e poca voglia di lavorare. Molti lo sono diventati per le piu' svariate circostanze sfortunate. Comunque generalmente e' vero che soprattutto chi guadagna molto si e' impegnato molto, ha studiato (o avuto la fortuna di farlo) e ha lavorato bene negli anni. Per questo ho notato che qui dire che si ha soldi e' diverso che dirlo in Italia, perche' generalmente se hai soldi te lo sei meritato con il tuo lavoro e con un po di fortuna. In Italia se dici che sei benestante o ricco hai quasi vergogna, puo' essere che ti invidiano o pensano che hai fatto qualcosa di losco per raggiungere quello status. In un Paese in cui la meritocrazia e' quasi assente e' molto probabile...

      Elimina
    2. Io ho un collega senza il braccio sinistro : guida il camion e trasporta bestiame ugualmente.
      Al supermercato a Canadian , Tx c'è uno che mette la roba sugli scaffali (sempre mancante di un braccio)....
      e tanti altri esempi...
      Io parlo per il Texas : se sei disoccupato quasi sempre è perché sei sfaticato.
      Qui il lavoro c'è per tutti.

      Elimina