Segui il blog tramite email

domenica 24 agosto 2014

L'Ice Bucket Challenge e' arrivata in Italia!

Ritornando sull'argomento, pochi giorni fa ho chiesto ai miei amici italiani se fossero a conoscenza dell'Ice Bucket Challenge e nessuno ne aveva mai sentito parlare ma sono bastati pochi giorni e la mania si è diffusa a macchia d'olio anche in Italia e ora abbondano i video di secchi d'acqua ghiacciata che raggiungono tutte le teste italiane sensibili alla causa.
E' stato interessante per me notare come una moda americana si sia diffusa in Italia.
Sapete gia' che penso che sia una iniziativa piuttosto discutibile...ma dopo aver notato il modo in cui e' stata recepita in Italia penso che sia ancora piu' discutibile. E infatti ci sono delle differenze. E non poche.
VIP e gente comune: in America la Ice Bucket Challenge e' partita dalla gente comune per poi arrivare a VIP come Bill Gates, Mark Zuckerberg, cantanti e sportivi vari.
In Italia, l'inverso. E' nata da VIP come Fiorello che ha sfidato Renzi (!) ed e' arrivato alla gente comune. Infatti inizialmente ho letto commenti del tipo: ma perche' partecipi tu? Vuoi sentirti un VIP? Poi la mania e' esplosa e ora non c'e' piu' distinzione tra VIP e gente comune. Tutti uniti, tutti diventati improvvisamente sensibili a questo specifico problema.
Donazione: Che io sappia, ma correggetemi se sbaglio, qui in Usa chi non accetta la sfida deve donare $100 ma anche chi accetta la sfida deve donare qualche dollaro. In Italia come funziona?
Ho letto che chi accetta la sfida non dona niente, neanche un euro. Ecco perche' in Italia hanno raccolto poche migliaia di euro e in America milioni. Ma ripeto, chiaritemi voi come funziona in Italia.
Acqua e ghiaccio: in Usa il secchio viene riempito di acqua fredda e molto ghiaccio. Vedendo i video italiani non mi pare di aver visto ghiaccio. Magari due cubettini? E magari l'acqua e' pure tiepidina?
Luogo: in USA molti lo fanno vestiti, non certo in costume, e non vicino alla piscina o in spiaggia. Troppo facile.
Atteggiamento finto alternativo di alcuni VIP: in Italia alcuni VIP sono andati controcorrente, hanno deciso di non gettarsi il secchio in testa e hanno preferito mostrarsi mentre staccano un bell'assegno. Bene! Alcuni di essi, molto elegantemente, hanno detto che non avrebbero fatto vedere la cifra perche' la benificenza va fatta privatamente. Bene, benissimo! Peccato poi che alla prima lieve critica da parte del primo utente sconosciuto di Facebook, che sfidava il VIP a mostrare la cifra, il VIP ha poi subito risposto che certo non e' elegante ma viste le tantissime critiche e per metterle a tacere (tantissime critiche? tacere di che?) ha dovuto mostrare la foto dell'assegno con la cifra donata.  E cosi' sappiamo che Jerry Cala' ha donato 1000 euro e altri VIP altre cifre. Bravi, un esibizionismo piu' sottile di cosi' non era possibile perche' mascherato da false buone intenzioni.
Ma insomma, dico io, se proprio volete importare il peggio, almeno fatelo bene!
Comunque lo so, sono pesante e lamentoso. Alla fine e' solo una mania estiva che ha portato anche a qualcosa di buono. Facciamoci due risate e andiamo avanti.
E  quindi concludo con questo video esilarante "che si toglie la maschera" e mostra la vera natura di questa mania. Questa qui neanche sa cosa sia la SLA...e la secchiata d'acqua se la fa addirittura lanciare sulle tette! Rabbrividiamo...piu' noi di lei.
Enjoy! E ditemi cosa ne pensate.
Marika Fruscio e l'Ice Bucket Challenge.
Alla prossima mania a stelle e strisce.

Nessun commento:

Posta un commento