Segui il blog tramite email

mercoledì 12 giugno 2013

Torno a vivere in America!

Ciao a tutti, ieri sono stato all'Ambasciata americana di Roma. Mi hanno fatto consegnare alcuni documenti ad uno sportello (per la cronaca la famigerata foto non me l'hanno neanche chiesta). Poi mi hanno chiamato per un breve colloquio in Inglese ad un altro sportello e finalmente l'impiegato mi ha detto la frase fatidica: your Visa was approved, you can pick it up tomorrow after 5pm. 
E quindi ora e' certo al 100%, posso partire per gli Stati Uniti e vi ringrazio per avermi seguito durante questa avventura soprattutto quando ad un certo punto sembrava che non sarei riuscito a trovare lavoro. Vi ricordate? Dopo i primi colloqui per alcuni lunghi giorni non si e' smosso piu' niente e gia' mi rivedevo tornare in Italia con un pugno di mosche e poi tutto si e' sbloccato e si e' risolto per il meglio ed ora eccomi qui, con un "lasciapassare" per gli States della durata di tre anni e un buon lavoro in un'azienda italiana.  Per il mio futuro dopo i tre anni, lo scopriremo solo vivendo. Ora mi godo questi tre e ci sara' da impegnarsi e da lavorare bene.
Ho gia' acquistato il biglietto aereo, partiro' tra meno di due settimane. Ho un milione di cose da preparare. Il primo problema da risolvere e': dove andro' a vivere i primi giorni? L'amico italo-americano che mi ha ospitato per i tre mesi durante il periodo dei colloqui  mi avrebbe ospitato per qualche settimana anche questa volta ma credo che sia partito per le vacanze e quando parte poi non torna per alcune settimane, non ho il suo cell e non posso comunicargli dell'approvazione del Visto fino al suo ritorno e ad ogni modo non posso dirgli: lo sai, hanno approvato il mio Visto, hai detto che mi avresti potuto ospitare, potresti tornare prima dalle tue vacanze?
Quindi devo attivarmi subito per trovare un'altra soluzione e sto cercando una camera non lontano dagli uffici in cui lavorero' cosi' poi da li' avro' una base per andare a vedere molti appartamenti e scegliere quello che davvero fa per me e in cui vivrei per almeno un anno o piu'.
Va bene, ce la faro'. Ora bisogna brindare!
Stay tuned for more updates. L'avventura a stelle e strisce sta per (ri)-cominicare.

10 commenti:

  1. fantastico, sono felicissimo per te

    RispondiElimina
  2. e un altro ottimo ragazzo che lascia l'Italia.....beh almeno NESSUNO TI POTRA' MAI DIRE CHE NON CI HAI PROVATO IN ITALIA...hai provato sulla tua pelle che ne l'esperienza ne l'entusiasmo ne la volonta' ti hanno portato da qualche parte. Che dire sii felice e guarda avanti vedrai chissa che questa volta sia la volta buona a metterci le basi nei tuoi tanto amati States e magari farci anche famiglia!
    Ti ripeto come ti ho gia' detto che la tua storia e' stata un esempio, uno stimolo per tutti quei ragazzi che sono delusi o che a volte si sentono sperduti. La perseveranza la pazienza e la voglia di fare le cose paga sempre anche se ci vogliono tempi lunghi a volte. Allora in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. ma alla fine si puo ' sapere che vai a fare? mica ci ho capito gran che..adesso che e' tutto fatto ce lo puoi dire dopo che ci hai tenuto sulle spine per un anno o piu! xoxo

    RispondiElimina
  4. Buon viaggio Luca...e buona permanenza.. e buon lavoro... e buona America... se dovessi tornare anche io come turista...spero il prossimo anno ( 50 anni di matrimonio di mia sorella) te lo farò sapere...ma spero cmq di trovare una
    sistemazione diversa... e godermi ancora un po' NYC in completa autonomia...e poter restare più a lungo.. e finalmente imparare bene la lingua inglese... e choissà ..il destino...affettivo! Ciao scherzi a parte BUONA VITA IN AMERICA e mi raccomando tienici aggiornati nei limiti della tua disponibilità naturalemnte.
    Ciao
    Marisa

    RispondiElimina
  5. congratulazioni!!
    sono contenta per te chissà come sei emozionato :-)
    tienici aggiornati allora, buona seconda avventura americana!!

    RispondiElimina
  6. Beh non resta altro da dire..congratulazioni!! E come ti ho già detto in precedenza, un pizzico di invidia ma tantissima stima perchè ce l'hai messa tutta e alla fine hai ottenuto quello che volevi, grandissimo!!

    RispondiElimina
  7. auguri Luca! ti auguro tutto il meglio da questa nuova esperienza, io non sono una grande fan degli Stati Uniti ma quando uno trova il suo "posto nel mondo" non c'è niente da fare, bisogna fare di tutto per riuscire a viverci e tu ci sei riuscito. Sei in gamba. Ancora auguri!

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti ragazzi! ora fervono i preparativi. Devo trovare una prima sistemazione temporanea e poi da li' cerchero' un appartamento in cui staro'almeno per un anno o piu'.
    @ Mili Coon mi occupero' essenzialmente di amministrazione e lgistica. In poche parole l'azienda madre e' italiana e produce gioielli (stra-costosissimi) in Italia e li vende in Italia e in tutto il mondo tramite le loro sedi sussidiarie. Lavorero' agli uffici centrali di NY. Li' arrivano i gioielli che vanno poi smistati alle showroom dei vari Stati americani. Insomma saro' un po' un elemento di contatto tra gli uffici italiani e l'ufficio di NY, con le varie showroom e la rete vendita.

    RispondiElimina
  9. Grande! Ora ti devi già attivare per la green card ehehehe non un attimo di pausa per gioire :)

    Comunque dì la verità, è stato più facile riottenere il visto per gli States piuttosto che trovare un lavoro decentr in Italia!

    Adesso finalmente torneremo al leggere vita, usi/costumi e curiosità d'oltreoceano anzichè la tristezza del territorio italico ehehehehehehehe :) :)

    Break a leg!

    RispondiElimina
  10. Mi sta venedo da piangere a leggere ste cose..!
    Sono davvero felice per te! Leggerti mi da' (quasi) la sensazione di vivere le tue esperienze!
    Continua a postare! :D

    RispondiElimina