Segui il blog tramite email

sabato 5 ottobre 2013

Il panino di Subway

Ciao a tutti qui la vita procede serena, tra lavoro, casa e qualche uscita con dei nuovi amici.
L'episodio di oggi è Il panino di Subway.
Spesso quando torno a casa di sera neanche scendo dalla macchina che gia' F mi viene incontro per invitarmi a mangiare con lui e suo padre.
Sono molto gentili ma...cucinano troppo piccante! E la loro cucina e' ormai nota anche ai loro amici e infatti pochi giorni fa uno di questi era andato un attimo da loro, e alla richiesta di restare a mangiare li' perche' la pasta era quasi pronta l'amico se l'e' furbamente cavata con un "devo proprio andare via, ho un impegno, ma vi ringrazio tanto, magari un'altra volta". Ma io che scusa posso trovare? Vivo li' e una volta che riescono a portarmi nella loro tana dei lupi calabresi non so cosa rispondere al loro "mangia, mangia, pensa a stare bene!" Accenno un timido "Grazie ma se e' troppo piccante proprio non riesco a mangiarlo" ma sono gia' pronti con "Ce ne abbiamo messo pochissimo, non ti preoccupare".
E quindi per gentilezza mi tocca mangiare. Gia' dopo la prima forchettata una gocciolina di sudore scende dalla mia fronte ma per per fortuna a tavola c'e' sempre una bottiglia di vino di Mr M. Fatto da lui, ne va molto fiero del suo vino. Cosi' mi riempio il bicchiere e inizio a bere per spegnere l'inferno che sta divampando dentro di me ma dimentico sempre che si tratta del famoso vino "ad aceto", praticamente imbevibile, per me. Ottimo per loro.
"Bevi bevi che e' buono, lo ho fatto io. Ti piace, vero? Ora te ne verso un altro".
"Si buono, magari lo diluisco con un po' d'acqua che io non reggo troppo il vino".
Ecco dopo aver fatto queste premesse... l'altra sera F, appena arrivo a casa mi viene incontro e mi dice che ha comprato due panini da Subway, uno per lui e uno per me e mi invita ad andarli a mangiare a casa sua.
Un panino da Subway -penso- Questa volta non c'e' pericolo! Che gentile, e ho proprio una fame stasera. Agguanto il panino e lo porto alla bocca.
- Primo morso. Molto buono.
- Secondo morso. Eh pero' e' un po piccantino. Ah ecco ci sono delle cose verdi, saranno dei peperoncini messicani, forse jalapeno.
- Terzo morso. Ammazza pero' quanto e' piccante.
- Quarto morso. Ma li mortacci di Subway, dei Messicani e del Jalapeno! Ma non si puo' mangiare!
Poche ore dopo a casa...un bruciore di stomaco!!!
Insomma pure il panino da Subway lo hanno ordinato super piccante.
Ovviamente non voglio fare lo scostumato e accetto sempre gli inviti di Mr. M e il figlio F e cerco sempre di sdebitarmi appena posso portando in giro F magari per un film al cinema o per una pizza fuori. Ma, vi prego, se avete qualche consiglio, fatemi sapere. Come spegnere questi incendi e come svignarmela da questi inviti "piccanti"?

7 commenti:

  1. Ciao sono Luca è dall'inizio che seguo il tuo blog, perchè è reale.
    Da buon calabrese che adora il piccante ti posso dire come attenuare il piccante.
    1 - Se senti pezzi di peperoncino nn masticarlo ma ingoialo immediatamente.
    2 - La capsaicina che è la responsabile della senzazione del piccante (infatti non ti scotti veramente) è un formidabile antinfiammatorio naturale la puio togliere masticando pane senza deglutire subito ma tenendolo molto in bocca e per tutto il palato.
    2 - la capsaicina è liposolubile quindi se mangi grassi animali o vegali (tipicamente pancetta, mortadella e formgaggi soprattutto a pasta molla) attenui di molto, in un prossimo panino fatti mettere molto formaggio anche il cheddar se ti piace va bene ma deve essere tanto.
    Dal 22/10 al 5/11 sono a NYC se ci vediamo sarò felice di offrirti una birra.
    Ciao e continua così.

    RispondiElimina
  2. I consigli di Luca sono da manuale, ma da quello che scrivi proprio il piccante non ti piace, evitalo il più possibile...
    Da parte mia considero il tabasco come zucchero, per sentire il piccante devo usare il tabasco habanero, quello con le fiamme sulla bottiglietta, non so se l'hai mai visto (qui in Italia lo vende il Carrefour, a caro prezzo, ma dura tanto...).

    Ps.
    Io andrei molto d'accordo con i tuoi ospiti... anzi, gli farei fuori tutta la 'nduja.

    RispondiElimina
  3. ahahah scusa lo so che è tragica ma mi ha fatto ridere immaginarmi la scena!
    secondo me puoi dirgli una cosa tipo che per una qualche patologia che ti inventi, tipo gastrite, sei andato dal dottore che ti ha detto di NON mangiare piccante, neppure un poco, neppure una goccia, niente di niente, ti sarebbe fatale.
    magari fai una scena del tipo, quando ti invitano, di dire mi fa davvero piacere mangiare con voi MA non voglio stare male MA neppure voglio crearvi disagio, quindi se non vi scoccia vengo su con il MIO mangiare, tipo ti prepari qualcosa in casa tua, anche solo del sugo di pomodoro normale SENZA PICCANTE, e te lo porti su in un contenitore e gli dici per cortesia di usare quello per la tua pasta.

    no? così nessuno si offende, tu mangi le tu cose senza morire e al tempo stesso mangiate insieme, vi fate compagnia ecc.

    ovvio stesso discorso per il vino - aceto, per la gastrite fa malissimo pure l'alcol quindi niente, puf, peccato :-)

    RispondiElimina
  4. Oppure prepari tu e inviti loro. La storia della gastrite può reggere bene. Comunque ti dirò, il chile jalapeño è ancora leggerino. In Messico lo mangiano a morsi, intero. E ce ne sono di moooolto più piccanti.
    Poi, qualche sera, se sai che vuoi proprio evitare l'invito, magari torni più tardi dopo aver mangiato fuori.

    RispondiElimina
  5. Bevi latte a tavola invece del vino, aiuta tantissimo!

    RispondiElimina
  6. Bevi latte al posto del vino quando vai a cena da loro! Aiuta tanto!!! :)

    RispondiElimina
  7. Ciao
    gastrite o cistite e vai sul sicuro!!
    sono stato in calabria quest'estate ed ho mangiato piatti deliziosi...quasi tutto a base di nduja!!

    RispondiElimina